Descrizione

Nel mese di Marzo 2014, il programma di introduzione delle camere della serie Canon Cinema EOS all’interno della catena produttiva per le fiction e serialità di RAI è proseguita con una tappa fondamentale: istruzione e corso di impiego avanzato dato nel CPTV di Napoli. Tutta la linea produttiva coinvolta nella produzione di “Un posto al Sole” ha partecipato all’attività. Nel corso della giornata prevista si sono analizzate le modalità operative, la struttura dei menù, le procedure per l’aggiornamento software (nell’occasione si sono upgradate le due macchine C-500 in dotazione al CPTV di Napoli portandole all’ultima release di software in grado, tra le altre cose, di estendere la sensibilità a 80.000 ISO, ad ampliare gli spazi colori disponibili con l’introduzione del DCI-P3+, ad abilitare la possibilità del controllo wireless multiutente, ad abilitare il dialogo con il RCP Canon RC-V100 e ad abilitare il workflow ACES Proxy), la connettività con i registratori esterni (serie AJA Ki-Pro Quad e Convergent Design Odissey 7Q) e la loro sincronizzazione con i comandi impartiti dalla camera.

Si sono affrontati i temi relativi alla qualità dei supporti di registrazione e grande spazio è stato riservato, naturalmente, al miglior impiego delle ottiche zoom e prime della serie Canon CN. RAI dispone già di 4 camere EOS C-300 e 3 EOS C-550, delle serie complete di Prime (14,24,35,50,85,135 mm) e dispone degli zoom Premium CN 30-300 e CN 14.5-60. Grande evidenza è stata data all’analisi della profondità di campo delle varie ottiche ed il suo andamento rispetto a distanza di messa a fuoco. Si è anche esaminata la prestazione del campo fuori fuoco (bokeh) e la sua modellazione con l’impiego di mascherini. Nella stessa sessione è stato anche affrontato l’argomento del controllo remoto delle ottiche, l’impiego degli accessori e dei radio-fuochi.

La partnership tra Trans Audio Video e RAI nel settore della cinematografia elettronica è molto stretta; la collaborazione con il reparto di Riprese Esterne Leggere, con i Direttori della Fotografia e con le strutture specialistiche (come la troupe di Napoli) ha portato a risultati tecnici lusinghieri, evidenziati dall’ottimo riscontro delle serie “Un Medico in Famiglia 8 e 9”, i promo realizzati per RAI Cinema, lo spot per la Guardia Costiera realizzato completamente all’interno di RAI e i prossimi progetti attesi con le fiction e i seriali. La flessibilità e la disponibilità sia del personale RAI che dei tecnici Trans Audio Video ha visto l’intrecciarsi di un numero elevatissimo di attività. Non solo la fornitura dei mezzi tecnici, gli accessori di serie e custom, i supporti. Si è anche concretizzata in uno scambio di consulenze in riunioni tecniche interne ed esterne alla RAI, dimostrazioni tecnologiche comuni, affinamento del workflow.