Descrizione

Trans Audio Video assegna, in collaborazione con Canon Italia, il primo premio del Concorso Internazionale di Filmmaker 2015, il festival di riferimento nel mondo della produzione indipendente italiana e internazionale.
 
Filmmaker è stata riconosciuta negli anni come l’iniziativa che più di ogni altra ha dato testimonianza di nuovi percorsi e nuove tendenze nel cinema. Ha promosso il lavoro di giovani registi, ha suscitato incontri tra grandi autori internazionali e il pubblico cittadino, ha favorito scambi tra esperienze anche di discipline diverse. La sua attività è stata sostenuta, negli anni, da enti pubblici, da case di produzione, da televisioni e da organismi che agiscono nel mercato audiovisivo.
Oggi Filmmaker è un festival completo dove il Concorso Internazionale, la Retrospettiva, l’OFF, le Masterclass e le Produzioni sono parte di un progetto armonico che da una parte offre al pubblico le migliori esperienze del “cinema della realtà” contemporaneo e dall’altra semina idee e pratiche all’interno della comunità del giovane cinema milanese e italiano. Senza mai dimenticare il lavoro di approfondimento sulla storia del cinema, nella consapevolezza che non c’è innovazione senza conoscenza del passato.
 Al termine di 10 giorni di programmazione, con oltre 90 film suddivisi tra gli schermi dell’Arcobaleno Film Center e dello Spazio Oberdan, le master class di Daniele Incalcaterra e Johann Lurf e i Milano Industry Days alla Fabbrica del Vapore, domenica 6 dicembre alle 21.00 all’Arcobaleno Film Center si è tenuta la premiazione dei film vincitori dei Concorsi Internazionale e Prospettive.
CONCORSO INTERNAZIONALE
La Giuria composta da Marina Ballo Charmet (psicoterapeuta, fotografa e videomaker), Giulio Bursi (film curator e critico indipendente), Ezio Dardanelli (sindacalista), Michelangelo Frammartino (filmmaker) e Carmelo Marabello (docente di arti visive) ha così deciso:
PRIMO PREMIO (3.000 Euro) a In Jackson Heights di Frederick Wiseman . Il premio è stato offerto da Trans Audio Video, rappresentata da Sergio Brighel _Trans Audio Video Techincal Director, in collaborazione con Canon Italia.
Motivazione: “Un emozionante racconto, politico e cinematografico, di New York generato dai bordi della città e dagli occhi e dalle pratiche di chi la vive e la abita.”